Biomimetica

come la natura ispira l’innovazione

Gli antichi egizi modellavano il design delle colonne dei templi su quello delle palme, Leonardo studiava gli animali per progettare le sue macchine, il velcro fu ispirato dalla superficie di alcuni fiori che si impigliano nel pelo degli animali e consentono il trasporto di semi. Se milioni di anni di evoluzione hanno selezionato forme materiali e colori per migliorare la vita, allora la biodiversità è fonte di ispirazione unica per la ricerca.

Di qui la scelta del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, che vanta una delle più alte varietà botaniche al mondo: le sole entità floristiche sono 3.367, numero superiore a qualsiasi altra area protetta. La collaborazione tra il laboratorio Altaii Italia, presso lIstituto Nazionale di Fisica Nucleare e il contiguo Servizio Scientifico dell’Ente Parco sono la base dei nostri studi: la fotosintesi clorofilliana suggerisce la tecnologia per rifornire di energia il frigorifero senza rete elettrica, la struttura del fogliame per conservare le temperature nel sottobosco durante i rigidi inverni ispira le nuove batterie, le cavità di alveari e tane di alta montagna sono usate per l’ingegneria delle forme per la coibentazione.

Le superfici sono rese idrofobiche con lavorazioni al laser, per cui basta un passaggio di acqua per pulire gli utensili di porcellana; anche in tal caso sono le foglie di alcune piante a dettare le linee guida di progettazione delle porcellane Altaii Italia. Fisici, chimici e ingegneri lavorano con i designer 3D che usano algoritmi di design generativo per ideare e testare nuove soluzioni.

La filosofia di ricerca per soluzioni di conservazione e trasformazione di cibi e bevande è, in definitiva, il connubio dello studio dell’infinitamente piccolo e dell’infinitamente grande. Tecnologie custodite da 3.000 metri di roccia, l’osservazione della varietà di vita del Parco e l’analisi socio-antropologica delle tradizioni storiche delle vie della transumanza che dal laboratorio portano verso il Tavoliere delle Puglie sono gli elementi base della missione Altaii Italia: innovare a partire dal rapporto tra uomo e natura.